Psicologo psicoterapeuta Milano.
Psicologa psicoterapeuta. Dottoressa  Valeria Locati. Lo studio a Milano

UNA PSICOLOGA IN CITTÀ. Milano

Siamo immersi quotidianamente in una fitta rete di contatti, sguardi, connessioni, ostacoli e decisioni da prendere.
Osserviamo il vicino nel traffico, valutiamo le emozioni del passante che incrociamo, sistemiamo i fiori nel cestino della bici e chiudiamo distrattamente l'auto carichi di borse e fascicoli. Amiamo, soffriamo, ci prendiamo cura, siamo felici, stanchi, delusi, spesso abili nell'esprimere le nostre emozioni: siamo esseri sociali.

Ma tutto ciò che facciamo ci è utile? Cosa ci rimane di questi gesti consueti?
Quante energie investiamo nel decidere come comportarci, come affrontare le fatiche che ci riguardano?
Quanto ci conosciamo e siamo in grado di valutarci all'interno della rete di scambi e relazioni che ci caratterizza?

Una psicologa in città a Milano vuole aprire una finestra di dialogo su questo mondo, offrire spunti per trasformare la rabbia in energia positiva, sostenere durante un momento di ansia e depressione, valutare le opportunità e i vincoli di una nuova proposta scolastica o lavorativa, accompagnare nella gestione di scelte e cambiamenti che coinvolgono anche le persone amate.
Tutto questo attraverso una lente di ingrandimento psicologica sulla città di Milano, i suoi luoghi, i volti che la abitano, gli incroci ai quali fermarsi per poter scegliere il percorso migliore dove benessere, ostacoli, divertimento e diversità coabitano.

D'una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda.

Italo Calvino

Psicologa Milano. I luoghi

LUOGHI DI MILANO

Parlare di psicologia non significa solo analizzare ciò che non va cercando soluzioni funzionali o pianificare strategie per gestire un conflitto chiedendo aiuto ad un esperto. Possiamo infatti conoscerci meglio ed entrare in contatto con le nostre emozioni e la natura delle relazioni che viviamo anche attraverso la lettura...

Una psicologa in città. I volti di Milano

VOLTI DI MILANO

Anche a chi ama passeggiare solitario con il naso all'insù perso nei propri sogni sarà capitato di scoprirsi interessato agli inquilini che godono del colore dei fiori di quello splendido terrazzo. O di immaginare che tipo di uomo sarà il proprietario della camicia stesa sul balcone del palazzo che osserviamo tutti i giorni dall'ufficio.

Psicoterapeuta Valeria Locati. Gli incroci di Milano.

INCROCI DI MILANO

In tutte le città del mondo, ad un certo punto del percorso che si compie, ci si trova davanti ad uno stop, una zona a traffico limitato, una piazza gremita di gente, un incrocio a cui fare attenzione. Non importa quanto nei nostri piani il tragitto sia chiaro: la città di Milano ci propone la sua mappa, i suoi incontri e talvolta i suoi imprevisti, mettendoci alla prova.

Dottoressa psicologa Valeria Locati. I percorsi di Milano.

PERCORSI DI MILANO

Perché scegliamo una strada e non un'altra?
Cosa ci spinge a proseguire lungo il viale principale o a deviare nel vicolo tortuoso e nascosto? Come riescono gli altri a raggiungere un traguardo senza fatica mentre noi perdiamo l'orientamento e la concentrazione necessari a districarci nel reticolo di vie della metropoli milanese?

Dott.ssa Valeria Locati

Psicologa, Psicoterapeuta della famiglia, Psicodiagnosta ed esperta nel trattamento del Gioco d'Azzardo Patologico.

Nata e cresciuta in un piccolo paesino di provincia, trasferita con gioia a Milano, una città che non smette mai di stupirmi e innamorata delle metropoli oltreoceano che mi hanno accolta tante volte, osservo da sempre le persone, le interazioni e il modo di comunicare, affascinata dalle differenze di ognuno.

Negli anni ho trasformato questa passione nel mio lavoro clinico di ascolto e terapia, con grande soddisfazione e crescita personale.

Ma il bisogno di sapere, conoscere la direzione del flusso degli eventi e formulare un'ipotesi a riguardo mi hanno obbligata a non fermarmi e a dire la mia, scrivendo.

Così è nato Una psicologa in città, per mettere in gioco anche una parte di me.

Lo studio

Studio di Psicologia e Psicoterapia
VIA WASHINGTON, 14 - 20146 MILANO
tel. 348.8995445
mail: info@unapsicologaincitta-milano.it

Assicurazione professionale Allianz SpA Polizza n. 78985735
P. iva 08060600965

UNA PSICOLOGA IN CITTÀ

blog post

QUESTA È L'AMERICA: INTERVISTA A FRANCESCO COSTA

di Valeria Locati / 26 febbraio, 2020

Davanti ad una merenda a base di caffè americano e amaretti milanesi, ho incontrato Francesco Costa, giornalista vicedirettore de Il Post, autore del seguitissimo podcast Da Costa a Costa e del libro “Questa è l’America” uscito da poco in libreria per Mondadori.
Ci siamo tuffati in un fiume di parole che ci ha trasportati immediatamente nel mondo emotivo a stelle e strisce, con la lucidità necessaria per non esserne travolti.

Proviamo a creare una metafora per questa intervista, come se il tuo lavoro, il tuo progetto e tutto ciò che ti rappresenta fossero una città. Immaginiamo che il lettore ti possa conoscere così, entrando nel tuo contesto urbano e cercando di destreggiarsi, orientarsi, coglierti. Quali sono i tuoi punti di interesse, gli imperdibili, i top che troviamo sulla tua guida?
In realtà il lavoro che faccio sull’America non è la mia città, ma è come se fosse la città in cui ho la casa di villeggiatura. Non è un caso se Da Costa a Costa non è un progetto che fa parte del mio lavoro diurno a Il Post, dove dalle 7 alle 18.30 non mi occupo di scrittura, ma di gestione e di coordinamento, di decisione di cosa mettere in apertura, di revisione e supporto. È molto stimolante perché il giornale lo sento molto mio, ma la scrittura era il motivo vero per cui io volevo fare questo mestiere, un po’ come tutti quelli che da ragazzi sognano di fare il giornalista. Quindi da un lato ho sentito la necessità di tornare a scrivere, dall’altra di non perdere di vista le cose americane che stavo facendo. Sono stato catturato da Obama tra il 2007 e il 2008...

blog post

PSICOLOGIA E ART DESIGN: DECORARE CASA E STUDIO IN COLLABORAZIONE CON DESENIO

di Valeria Locati / 30 gennaio, 2020

Non sono mai stata particolarmente ordinata nel governare e gestire gli spazi che abito, lasciandomi spesso distrarre dagli oggetti e dai dettagli a discapito dell’armonia generale dell’ambiente in cui mi trovo.

Da un lato questa è stata (ed è tuttora) la mia forza: negli anni di libera professione e consulenza trascorsi nei servizi sanitari pubblici, negli studi di colleghi, negli enti di formazione privati, mi sono concentrata sulla relazione con l’interlocutore della mia attività e ho messo in secondo piano l’appartenenza fisica al contesto.
Dall’altro lato, però, un luogo diventa realmente abitabile e genera tranquillità e benessere quando lo si percepisce come parte di sé, integrato nella quotidianità e in armonia con gusti e stile personali.

Lo vedo nella serenità che provo quando trascorro giornate a scrivere relazioni cliniche e produrre contenuti per il blog contornata dalla mia amata libreria e dalla luce che la colpisce e da quanto ridefinisco con attenzione il setting per la consulenza su Skype, rendendolo professionale e accogliente.

Gli stessi vissuti psicologici delle persone che incontro in terapia...

 

blog post

LA TOP 5 DEI MIEI PROGETTI PSICOLOGICI DEL 2019

di Valeria Locati / 20 gennaio, 2020

Abbiamo superato la metà del mese di gennaio, la magia del Natale è lontana e siamo ormai a pieno regime nel bisestile 2020.
Per chi non ama il mood delle feste in famiglia, le grandi abbuffate, il richiamo alla magia dell’infanzia e dell’attesa può essere stato persino un sollievo poter tornare alla routine e alle certezze dell’agenda da seguire.
Per i più, invece, il rientro ha portato con sé un tono dell’umore non particolarmente alto, stress e tanta ansia da prestazione: ne ho parlato in un’intervista a Radio Popolare proprio la scorsa settimana.
La potete ascoltare qui.

Se poi consideriamo che proprio in questi giorni si celebra, per così dire, il fantomatico Blue Monday, ovvero il giorno più triste e deprimente dell’intero anno, la fatica sembra essere sempre un pochino più consistente giorno dopo giorno.

Per non annullare con un colpo di spugna umorale e contingente tutti gli sforzi del 2019 appena salutato, ho deciso ripercorrere i dodici mesi passati e di raccontare almeno in parte i progetti professionali nei quali mi sono impegnata e che mi hanno animata particolarmente, scegliendone cinque (non è stato facile, giuro!)...

blog post

I MIEI LIBRI PREFERITI DEL 2019

di Valeria Locati / 06 gennaio, 2020

Anche quest’anno eccovi il post dettagliato con le migliori letture del 2019, che comprende romanzi, graphic novel, saggi di settore e memoir.
Ho letto molto in questi dodici mesi e sono piuttosto soddisfatta delle scelte effettuate e degli invii dalle case editrici.
È stato un anno altrettanto gratificante anche dal punto di vista degli ascolti: grazie a Storytel (di cui trovate informazioni e suggerimenti per muovervi nel catalogo nelle stories in evidenza della mia pagina Instagram) ho recuperato titoli che non possedevo in cartaceo e soprattutto ho avuto modo di seguire numerosi podcast, tra i quali meritano menzione speciale Milano, Europa,Lingua,The Big sevenDa Costa a CostaIl caso non è chiuso.

Torniamo però ai libri.

Di seguito, in ordine di apparizione sulla foto di copertina e dal basso verso l’alto, ecco una breve recensione dei miei top letti nel 2019.
 

blog post

IL TUO LUOGO SICURO NEL MONDO CON MAPIFUL

di Valeria Locati / 29 dicembre, 2019

È arrivata la fine dell’anno, è giunto il tempo dei bilanci.

Sono settimane che in terapia ripeto quanto quel senso di conclusione e di scadenza sia frutto della nostra costruzione della realtà e che, in fondo, si tratta solo di qualche giorno di pausa dalla routine a cui siamo abituati. 

Non siamo più o meno bravi se spuntiamo tutti gli item dei nostri elenchi e non sarà certo questo il metro per valutare felicità e senso di adeguatezza.

D’altro canto siamo umani e abbiamo un debole per la riflessione ricorsiva, la valutazione del nostro contesto, il bisogno di confronto con ideali che noi stessi definiamo desiderabili.

Provando per un attimo a prendere le distanze dalla metafora della bilancia che soppesa pro e contro, ho pensato di coinvolgervi in un esercizio di analisi e di ricerca del bello, del positivo e soprattutto del protettivo che questo 2019 sono sicura vi avrà regalato.

blog post

REGALI DI NATALE PER PSICOLOGI E LIBERI PROFESSIONISTI

di Valeria Locati / 17 dicembre, 2019

Nella frenesia del periodo natalizio siete alla ricerca di regali per amici psicologi, appassionati di psicologia, neolaureati o neopsicoterapeuti? Non sapete da che parte girarvi perché questi “psico” sono sibillini e non sapete bene come renderli felici?

Anche quest’anno ho provato a selezionare alcune idee che possono fare al caso vostro, su suggerimento anche di molti colleghi che su Instagram mi hanno dato numerosi spunti.
Tutte le mie proposte sono adatte in generale anche ai liberi professionisti, perché si sa, lottare contro adempimenti burocratici e fiscali, agende da organizzare, investimenti imprenditoriali e marketing promozionale sono attività che rendono gli specialisti della psicologia molto simili alla categoria freelance del genere umano (gioie e dolori tutti nostri).
I prodotti elencati li ho in gran parte testati ed utilizzati direttamente, altri li ho conosciuti da poco e li ho trovati interessanti, altri ancora li ho incontrati grazie a collaborazioni con il brand di cui vi parlerò più approfonditamente nei prossimi mesi. 
In alcuni casi sono riuscita a scovare un codice sconto grazie ad amiche influencer, in altri l’ho recuperato in rete, in altri ancora provo a suggerirvi come risparmiare qualche euro con degli accorgimenti, che male non fa.

Ho suddiviso le proposte in macro aree, mi è parso più semplice in questo marasma di informazioni dicembrine ultrastimolanti a cui sarete sottoposti.
Pensate al destinatario del vostro regalo e scegliete con cura!

blog post

#PsicoLettureDellAvvento19: UN CALENDARIO CONDIVISO

di Valeria Locati / 30 novembre, 2019

Ci sono tradizioni che non si possono ignorare e abitudini a cui è bene dedicarsi con gioia proprio per la loro funzione rassicurante e protettiva.
Nel periodo dell’anno in cui siamo questa tranquillità mista ad entusiasmo sa regalarmela solo il Calendario dell’Avvento: da sempre ne ho avuti in regalo a tema cioccolatoso, con varietà di brand e qualità in base al tempo e alla buona volontà dei miei genitori, rigorosamente ancor oggi ligi al loro dovere.

Da qualche anno ho deciso di condividere con voi un calendario virtuale di PsicoLetture su Instagram, per raccontarvi le storie che trovo utili alla riflessione psicologica e per offrire qualche suggerimento per i regali di Natale.

Quest’anno però era necessario un cambiamento, un nuovo progetto a partire dal desiderio di relazione, di scambio, di condivisione attiva che ormai caratterizza il mio lavoro in rete e soprattutto sui social.
Ho coinvolto il mio fidato amico e collega Marco e, insieme, abbiamo pensato ad un calendario creato a più mani per scoprire gli strumenti letterari che ci aiutano in terapia e che lasciano il segno nelle teste e nei cuori di tutti i lettori che li accolgono.

Quindi ecco qui il nostro Calendario delle PsicoLetture dell’Avvento 2019!

blog post

UNA PSICOLOGA A NEW YORK: VISITA ALL'ACKERMAN INSTITUTE FOR THE FAMILY

di Valeria Locati / 01 ottobre, 2019

In una meravigliosa mattinata primaverile di quest’anno, tra la rigogliosa natura floreale di Downtown e la rapidità di skates, monopattini elettrici e atletiche e muscolose paia di gambe in movimento, sono salita al secondo piano del 936 di Broadway, Flatiron District, a Manhattan e ho aperto la porta dell’Ackerman Institute for the Family di New York.

Grazie alla consolidata e preziosa collaborazione internazionale del dott. Massimo Schinco, mio supervisore di cui vi ho già parlato qui, e i membri della Faculty dell’istituto americano, ho avuto la possibilità di intervistare per il blog la dr.ssa Lois Braverman (presidente emerito della struttura) e la dr.ssa Mary Kim Brewster, psicoterapeute della famiglia, formatrici nel programma per aspiranti nuovi clinici e protagoniste dell’attività di ricerca e di funzione sociale che da sempre l’istituto esercita.
Le ho incontrate con immensa gioia ed emozione, carica di quesiti e di curiosità non solo sul mondo clinico – di cui avevo già fatto esperienza durante il primo soggiorno a NY – ma anche sul tema della città e delle sue caratteristiche in relazione al mondo psicologico.
Come sempre accade quando si ha a che fare con cittadini del mondo statunitense...

blog post

LA SEMPLICITÀ IN PSICOTERAPIA. COME IPNOSI ERICKSONIANA E TERAPIA FAMILIARE AGISCONO NEI CASI DIFFICILI

di Valeria Locati / 19 marzo, 2019

Ancora una volta desidero essere qui a parlare di punti di vista, diversità, integrazione di approcci, metodologici e clinici.
Credo sia importante farlo in un momento come questo, in cui la logica della comunicazione violenta e uniformante sembra imperversare sopra le nostre teste.
Il lavoro dello psicoterapeuta, che sia chiuso nel suo studio, inserito in un servizio ospedaliero o su un palco durante una formazione, vive di regole che contemplano il rispetto e la libertà dell’altro.

“Volti” e “Incroci” del blog hanno promosso quest’idea di conoscenza che filtra dall’osservazione dell’altro e dalla curiosità verso il suo mondo.

Con quest’obiettivo ho chiesto al dott. Massimo Schinco*, psicoterapeuta sistemico-relazionale di cui avete già letto qui e che negli anni non si è ancora licenziato dal ruolo di supervisore della sottoscritta, di raccontarci

blog post

LAVORARE COME PSICOLOGO E PSICOTERAPEUTA: RISPONDO ALLE VOSTRE DOMANDE – seconda parte

di Valeria Locati / 05 febbraio, 2019

 

Eccoci come promesso alla seconda parte del post in cui ho raggruppato le domande che mi avete posto sul profilo Instagram sul mondo professionale psicologico. 
Se non avete letto la prima parte potete scoprirla qui.
E ora le domande direttamente dagli adesivi di Instagram.

1. Psy iscritta all’Albo, vorrei trovare lavoro a Milano, cosa consigli di fare? Inviare cv o andare di persona?
A meno che tu non stia rispondendo a offerte e annunci specifici presenti in rete e sul mercato (aziende, HR, progetti comunitari, ricerche estere) ti sconsiglio vivamente l’invio di cv...

valeria locati psicologa a Milano
valeria locati psicologa a Milano
valeria locati psicologa a Milano
valeria locati psicologa e psicoterapeuta a Milano